in fin dei conti, Tesla è un illustre perdente.

blot-6

Di serate così è facile immaginarne, più difficile invece è averne ricordo. La memoria non ha colpa, piuttosto l’abitudine è la vera nemica. Pedalando verso casa vedo le mie ombre moltiplicarsi all’infinito e svanire con la stessa velocità di apparizione, apparenza. Nemmeno in bicicletta riesco a fuggir loro. Ci gioco, accelerando e diminuendo la cadenza, cercando di dare un senso all’asfalto lì sotto, spazio vuoto in parte riempito dalla presenza di luci artificiali, che nulla possono contro la dimensione della natura, come pensieri deboli si lasciano sopraffare. Per poco, mi fanno divertire.

P.s. ringrazio ancora una volta Francesco per la sua interpretazione generosa e umile della Cucina e dell’Amicizia.

Nikon D800

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: